di Wilma Massucco
Il documentario racconta la storia di Luigi Barile, cittadino genovese, il “Re della Grappa”, amico fraterno di Don Andrea Gallo fin dai tempi dell’infanzia e per diversi anni amministratore della Comunità di S. Benedetto al Porto; personaggio poliedrico e carismatico, le cui denunce pubbliche e inascoltate negli scorsi anni sulle vicende Carige sono un esempio di quello che è una peculiarità del suo stile di vita: essere controcorrente, sempre.