di MARCELLO CASARINI e GIORGIO MARIOTTI

Un tempo nella Bassa Reggiana, nelle feste di paese, si suonavano valzer, polke, mazurke, si suonava la musica che oggi chiamiamo liscio antico. Erano gli anni ’30, era il dopoguerra. Ambiente di contadini, di braccianti. I musicisti suonavano violini, viole, contrabbassi.