di MATTEO PARISINI

Quaranta persone: venti credenti e venti no, ci battezzammo così ai tempi. Per noi fare le cose insieme era storico, adesso sarebbe incomprensibile. Adesso, comanda l’io e non il Noi. Mettemmo, nello stare insieme, degli ideali di vita, volevamo costruire delle alternative.