di Alessandro Scillitani
A 2200 anni dalla fondazione dell’antica via consolare, lo scrittore e giornalista Paolo Rumiz ha intrapreso un viaggio lungo la via Emilia alla ricerca dei segni di una celebrazione mancata, realizzando un articolo per il quotidiano La Repubblica. Il resoconto del suo passaggio lungo la famosa strada è contenuto anche nel bellissimo libro “Morimondo” (Feltrinelli 2013), un favoloso affresco narrativo dedicato al Po, anzi a Po, come spiegherà lo scrittore nel corso della sua opera.